Rudy Fantin Piano Solo – Lignano Sala Darsena Lunedì 29 Giugno h21

Lunedì 29 Giugno alle 21, in Sala Darsena a Lignano Sabbiadoro, un magnifica località turistica friulana, terrò il prossimo concerto in Piano Solo.
Questa volta non all’ aperto, ma in una sala che per l’ occasione (regole Covid-19) è stata adeguata per contenere solo una quarantina di posti.
Il pianoforte è pazzesco: Un Fazioli gran coda.
Grazie all’ Associazione Culturale “Insieme per la Musica” – Lignano Sabbiadoro – UD per avermi invitato ad inaugurare il lato non classico della programmazione!
Per chi volesse esser sicuro di trovar posto, basta che mi scriva in privato su https://www.rudyfantin.it , WA, INSTA o MESSANGER… tanto sia scrivermi che il concerto è GRATIS:D

Cosa suonerò?

Antefatto
Domenica scorsa ho suonato un bellissimo YAMAHA C5X fornito da Maurizio Poles per Piano City Pordenone.

Ero TREMENDAMENTE emozionato.Non ricordo di esser stato così emozionato dai tempi del diploma in pianoforte (Chiedete a NOE’ in caso, lui c’era, poi ha avuto da fare a metter a posto la barca ed è sparito con coppie).Mi sono fermato per strada arrivando al concerto, a bere un po’ d’acqua, perchè avevo la gola arsa dall’ emozione.
Di solito non è così.
Non ho voluto provare il pianoforte prima di suonare.
Cosa che faccio sempre, anche in studio.
Perchè?
Perchè voglio corteggiare lo strumento e sorprendermi in positivo o in negativo, rispetto a quello che può regalarmi.
Chi non è musicista probabilmente non sa che nessun strumento è uguale all’ altro e che ciascuno di questi ha un’ anima propria.Per chi è musicista queste sono banalità:)
Quello che ascoltate nel video è un COLLAGE di frammenti di video che mi sono arrivati da due amiche presenti:Paola Polese ed Eva Poles.Quindi è un estratto di 6 minuti rispetto a circa un’ ora di concerto.
Quando mi è stato proposto questo concerto e ringrazio Bruno Cesselli per questo, ho iniziato a preparare una quantità di repertorio asssurda.Dalla classica a nuovi brani di autori Jazz che adoro studiati in quarantena, brani provenienti dalla storia anche Prog dello strumento, brani di mia composizione, nuovi tricks pianistici, etc… Più o meno un repertorio di una vita con il bust della quarantena!
Questo perchè?
Perchè volevo arrivare al pianoforte e poter decidere seduta stante cosa suonare.
Questo può esser uno dei lati positivi di non esser un interprete del lato classico dello strumento.
XY giovedì del tale mese a quell’ ora suonerà tutti gli studi di Liszt e Chopin.
WOW!
Quindi come leggo l’annuncio, so che XY suonerà ESATTAMENTE tutte le note che sono scritte in quelle meravigliose pagine, una dietro l’ altra, nell’ ordine prestabilito, possibilemente portando una grande personalità e profondità nel riproporre il pensiero indicato dagli autori di quelle pagine.Emozionandomi? Lo scoprirò andando quel giovedì al concerto.
(…Pippone incidentale per dir cosa…)
Domenica mi sono seduto al pianoforte e molti amici, comprendenti ex allievi, colleghi, tecnici e persone che non conoscevo erano li.
Ho deciso di improvvisare completamente tutto il concerto.
“Bon, bella monata, tanto improvvisavi tutto comunque!”
Disse Rat-man alzando il dito come il migliore dei paladini della Giustizia!
Di fatto, non ho suonato un brano, con melodia prestabilita, armonie conseguenti su cui improvvisare giri e giri di variazioni.
Ho suonato improvvisando tutto, a ruota libera, per quasi un’ oretta.Un flusso di coscienza fatto di sensazioni che il pianoforte e l’ empatia del pubblico (e di un cane, che potete sentire nel video) hanno aiutato a generare.
L’ idea che mi è venuta mentre mi sedevo è esattamente questa:In una rassegna pianistica di 3 giorni, buona parte della musica prodotta dai colleghi era già stata scritta e quindi suonata, già ascoltata da altre persone nella sua grandiosità.
Quello che ho voluto realizzare, per quelle persone che avevano preso il coraggio nelle proprie mani e sono venute DI PROPOSITO a sentirmi, è ringraziarle con quanto di più onesto potesse esser: tutto il me stesso di quel momento.Nulla più, nulla di meno.
Penso che alcune persone possano avermi sentito suonare di tutto e fino allo scorso anno difficilmente al di fuori del meraviglioso mondo delle progressioni armoniche prestabilite o del solco della musica moderna afroamericana.
Domenica è successo il contrario.

– Cosa suonerò Lunedì 29 Giugno a Lignano?
Satutu?
Jo no.

Nel mentre continuo a studiare.

Vi invito quindi al concerto di Lunedì 29 Giugno in Sala Darsena a Lignano h 21.
Scrivetemi in privato https://www.rudyfantin.it (WA o M) se volete rinetrare nei TEMERARI 40 posti disponibili!!!

PS Non penso di aver scritto post così lunghi in vita mia.
Scusatemi e questo si autodistruggerà, generando un antidoto al virus imperante.
Se siete arrivati fin qui allora meritate una medaglia.
Al valore:)
PSS La mascherina di Star Wars appoggiata ai microfoni è opera di Chiara Andrea Venturini.
PSSS il regalo di Maty e Giuliana Jule Benedetti al ritorno dal concerto (un disegno con la scritta “Bravo papà” appeso all’ uscio di casa e una festina a sorpresa a base di libri di Lupo e Baci Perugina) ha fatto il resto per completare il quadro:)

#provetu #pianosolo #rudyfantin #chelalè #impro #lignano #music #monate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *